Incipit

 

 

Manuel Rojas

   

Figlio di ladro

 
  Come e perché arrivai fin lì? Come sono arrivato in tante altre parti. E' una storia lunga, e quel che è peggio, confusa. La colpa è mia, che non ho mai potuto pensare come farebbe un metro, linea dopo linea, centimetro dopo centimetro, sino ad arrivare a cento o a mille: la memoria non mi serve molto meglio: balza da un fatto all'altro, e a volte si attacca a quelli che le capitano per primi, tornando indietro solo quando gli altri più lenti e pesanti cominciano a levarsi dal fondo della vita passata.  

FIGLIO DI LADRO

Manuel Rojas

traduzione dallo spagnolo di

Ugo Cuesta

Universale Economica Feltrinelli

Numero 904

Ediz. 1980

 

 

 

 

 

HOMEPAGE