Gli ultimi letti

 

 

Robert Walser

   

I fratelli Tanner

 
 

Libro arguto, apparentemente leggero, anche lezioso.

E' la storia del più piccolo dei cinque fratelli Tanner, Simon. Questi è una figura solare, trasparente, luminosa come una giornata di agosto, vivo fin negli atteggiamenti più banali, naturalmente disponibile verso gli altri fratelli di vita o di famiglia.

Porta le sue vicende attraverso situazioni che nulla hanno di straordinario se non l'occhio di chi le vive: Simon Tanner.

Ogni attività è importante perché lo porta a contatto con le persone che lui vuole "servire"; ogni occupazione è una gabbia da cui vuole uscire per vivere. Prende e lascia un lavoro dopo l'altro con semplicità e dedizione.

E' la vita che gli scorre dentro il vero protagonista del romanzo, una tenue e sensibilissima ricettività che coglie tutte le sfumature del creato, cose e persone, colori e profumi, amicizie e sensazioni.

Mi ha ricordato, pur con tutte le dovute differenze, la Recherche di Proust.

 

        

I FRATELLI TANNER

Robert Walser

 

Titolo originale: Geschwister Tanner

Traduzione di: Vittoria Rovelli Ruberl

Bompiani

Collana: Tascabili

n. 301

Ediz. 1983

 

Pag. 277

 

 

 


 

 

I precedenti

    *    Henry Kuttner - I robot non hanno la coda

    *    Frank Herbert - Dune

    *    Anne Holt - Quello che ti meriti

    *    Anna Maria Ortese - Il mare non bagna Napoli

    *    Herman Melville - Moby Dick

    *    Stieg Larsson - Uomini che odiano le donne

    *    T. Coraghessan Boyle - Identità rubate

    *    Platone  - Processo e morte di Socrate

    *    Haruki Murakami  - Tokyo blues - Norwegian wood

    *    Albert Camus  - La peste

 

HOMEPAGE