Gli ultimi letti

 

 

Louis-Ferdinand CÚline

   

Viaggio al termine della notte

 
 

Il "Viaggio" di CÚline Ŕ un libro forte, che lascia storditi, frastornati, oltre cinquecento pagine, impegnative, di cui bisogna ricostruire il nesso a poco a poco.

La vicenda personale di Ferdinand si snoda negli anni attraverso la guerra, le colonie, l'America, la Francia di Parigi e quella della provincia.

E' la vita che si svela in tutta la sua crudezza, senza illusioni, senza magniloquenza ma senza sconti per nessuno dei personaggi che animano le pagine del Viaggio.

Il protagonista, Ferdinand, affronta la sua esistenza come un combattimento senza tregua contro le forze, assolutamente naturali ma sempre ostili, della societÓ degli uomini. Trova soluzioni occasionali, espedienti, rapporti effimeri o duraturi, senza coinvolgimenti ma vissuti con pragmatismo all'interno della filosofia del protagonista di CÚline.

Non Ŕ un libro facile, ma non si dimentica facilmente.

        

VIAGGIO AL TERMINE DELLA NOTTE

Louis-Ferdinand CÚline

Titolo originale: Voyage au bout de la nuit

Traduzione di Ernesto Ferrero

Casa Editrice Corbaccio

Collana: Scrittori di tutto il mondo

Ediz. 1998

 

Pag. 553

 

 

 


 

 

I precedenti

    *    Simonetta Agnello Hornby - La mennulara

    *    Fred Vargas - Un luogo incerto

    *    Kazuo Ishiguro - Quando eravamo orfani

    *    Robert Walser - I fratelli Tanner

    *    Henry Kuttner - I robot non hanno la coda

    *    Frank Herbert - Dune

    *    Anne Holt - Quello che ti meriti

    *    Anna Maria Ortese - Il mare non bagna Napoli

    *    Herman Melville - Moby Dick

    *    Stieg Larsson - Uomini che odiano le donne

    *    T. Coraghessan Boyle - IdentitÓ rubate

    *    Platone  - Processo e morte di Socrate

    *    Haruki Murakami  - Tokyo blues - Norwegian wood

    *    Albert Camus  - La peste

 

HOMEPAGE