Gli ultimi letti

 

 

Fred Vargas

   

Io sono il tenebroso

 
 

Un altro buon romanzo della Vargas. Non c'Ŕ il commissario Adamsberg, bensý gli Evangelisti e il Tedesco.

La vicenda si svolge a Parigi e in provincia, si dipana tra il presente e il passato da cui trae origine e coinvolge strani personaggi, da tutte e due i lati della barricata.

Due giovani donne sono uccise a Parigi a colpi di forbice e un ex poliziotto viene coinvolto da una vecchia amica nella protezione del presunto assassino, ricercato da tutta la polizia della capitale.

E' un giovane "imbecille" difficile da gestire e l'impresa pu˛ avere un'unica soluzione: trovare il vero colpevole.

"I marciapiedi del Signore sono infiniti" dice la vecchia Marthe, amica del Tedesco cui chiede aiuto, e ha ragione e la spunterÓ.

        

IO SONO IL TENEBROSO

Fred Vargas

Titolo originale:  Sans feu ni lieu

Traduzione di Maurizia Balmelli

Giulio Einaudi Editore

Collana Stile libero Noir

Edizione 2006

Pagine 249

 

 

 


 

 

I precedenti

    *    Henrik Ibsen - Gli spettri - La donna del mare

    *    Roberto De Simone - Il presepe popolare napoletano

    *    Louis-Ferdinand CÚline - Viaggio al termine della notte

    *    Simonetta Agnello Hornby - La mennulara

    *    Fred Vargas - Un luogo incerto

    *    Kazuo Ishiguro - Quando eravamo orfani

    *    Robert Walser - I fratelli Tanner

    *    Henry Kuttner - I robot non hanno la coda - Mr Gallegher supergenio

    *    Frank Herbert - Dune

    *    Anne Holt - Quello che ti meriti

    *    Anna Maria Ortese - Il mare non bagna Napoli

    *    Herman Melville - Moby Dick

    *    Stieg Larsson - Uomini che odiano le donne

    *    T. Coraghessan Boyle - IdentitÓ rubate

    *    Platone  - Processo e morte di Socrate

    *    Haruki Murakami  - Tokyo blues - Norwegian wood

    *    Albert Camus  - La peste

 

HOMEPAGE