Gli ultimi letti

 

 

Pef

   

L'amore di Bernardo

 
 

E' un libro breve, molto breve, brevissimo: poche pagine, molte illustrazioni, quasi solamente immagini e poche parole scritte.

Tempo di lettura: variabile a seconda del tempo che si dedica alle illustrazioni, davvero intriganti: si va dai quindici minuti alla mezz'ora. Variabile anche in funzione di quante volte si voglia rileggerlo!

E' assolutamente delizioso!

Libretto per bambini. Bambini piccoli. Sono circa vent'anni che lo guardo, lo sfoglio, lo leggo, ci rido, mi ci diverto, lo ammiro e lo divulgo.

La storia Ŕ semplice, universale, ricorrente, sempre uguale: il protagonista ama non ricambiato. E' innamorato di Aurelia, che ama Bernardo, che ama ...... e la catena si snoda finchÚ .....

Forse introvabile, sicuramente imperdibile!

        

L'AMORE DI BERNARDO

Pef

Titolo originale: Cet amour de Bernard

Traduzione di Giulio Lughi

Edizioni E. Elle

Un libro in tasca

n. 69

Ediz. 1994

 

Pag. 40

 

 

 


 

 

I precedenti

 

    *    Stieg Larsson - La ragazza che giocava con il fuoco

    *    Fred Vargas - Un po' pi¨ in lÓ sulla destra

    *    Eduardo Mendoza - Nessuna notizia di Gurb

    *    Giorgio Scerbanenco - Venere privata

    *    Fred Vargas - Io sono il tenebroso

    *    Henrik Ibsen - Gli spettri - La donna del mare

    *    Roberto De Simone - Il presepe popolare napoletano

    *    Louis-Ferdinand CÚline - Viaggio al termine della notte

    *    Simonetta Agnello Hornby - La mennulara

    *    Fred Vargas - Un luogo incerto

    *    Kazuo Ishiguro - Quando eravamo orfani

    *    Robert Walser - I fratelli Tanner

    *    Henry Kuttner - I robot non hanno la coda - Mr Gallegher supergenio

    *    Frank Herbert - Dune

    *    Anne Holt - Quello che ti meriti

    *    Anna Maria Ortese - Il mare non bagna Napoli

    *    Herman Melville - Moby Dick

    *    Stieg Larsson - Uomini che odiano le donne

    *    T. Coraghessan Boyle - IdentitÓ rubate

    *    Platone  - Processo e morte di Socrate

    *    Haruki Murakami  - Tokyo blues - Norwegian wood

    *    Albert Camus  - La peste

 

HOMEPAGE